André Green. Contro i burocrati della psicoanalisi.

hæcceit@s web

Andrè Green è l’ultimo grande esponente della “stagione psicanalitica” francese, quella di Lacan per intenderci.  Madre portoghese, padre spagnolo, cresce nella comunità ebrea del Cairo.Di seguito “posto” quest’intervista di Manuela Trinci in cui lo psicanalista discute e critica alcune tendenze dell’attuale ricerca psicanalitica.

Un breve ritratto dell’autore su: http://sentierierranti.blogspot.com/2010/05/ritratti-1-andre-green-uno.html

di Manuela Trinci

Uno psicoanalista impegnato André Green, un uomo che – ormai alle soglie dell’ottantesimo compleanno – continua a suscitare ammirazione, polemiche, rispetto. Uno degli ultimi «grandi» che, dopo decenni di formazione, di gestazione e di creazione, ha dato vita a un pensiero perfettamente integrato nei contorni di un’opera strutturata e coerente, che si è fatta cerniera di un nuovo rapporto col freudismo. A lui si devono dei lavori fondamentali di psicoanalisi applicata, per esempio sui personaggi scespiriani, da Amleto a Re Lear, la teorizzazione della «psicosi bianca», cioè i riflessi della depressione materna sullo sviluppo del bambino, la cura…

View original post 1.388 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...