«Vivere il proprio autunno interiore. Esso solamente produce i germogli della primavera.» (di Emanuele Casale)

Jung Italia

New York central Park tree in autumn

“Come un albero d’autunno cosi è l’uomo quando entra nell’autunno della sua vita: seppure il freddo che la stagione comincia a portare è inevitabile, persistente e molto intenso, l’albero continua a vivere della sua linfa e con le sue radici, producendo foglie di una tinta meravigliosamente variegata, tinte che solo in quel periodo possono vedersi. Così anche l’uomo, quando entra nel suo autunno interiore, viene investito da un freddo sempre più crescente, e una strana solitudine lo obbliga a volgere l’occhio dentro. Nonostante il freddo, quell’uomo, come l’albero fa con le sue foglie, produrrà sul suo volto i segni di un tumulto epico interiore, che proprio come le foglie d’autunno, avranno una loro storia e un loro futuro, avranno una caratteristica tutta particolare che si sommerà a quella bellezza dell’animo più armoniosa che include anche i segni della sofferenza. Cosi come l’albero in autunno anche alcuni uomini, nel loro…

View original post 146 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...