CAPRI SEMPRE BLU

bliss …… ?

TiBLOG - il blog di Tiberio Brunetti

capri

Peppino di Capri si chiedeva, in una sua splendida canzone, quanti colori occorressero per raccontarla bella com’è. E quanti aggettivi. Quanti pensieri. Quante parole. Capri non è un’isola. Capri è l’isola. È l’essenza della monade. Racchiude tutto in sè ed a tutto basta. Al necessario, ma, soprattutto, al superfluo. È un intreccio continuo di fisica e metafisica, dove spazio e tempo perdono ogni riferimento.
Chi, come me, ci è nato e cresciuto, di queste cose se ne rende consapevole quando mette piede, per la prima volta, sulla terraferma. E viene a conoscenza dei rumori, del caos, del disordine, della velocità, del grigiore urbano. Del male di vivere, insomma. Si finisce così per anelare il momento del ritorno sull’isola fin dalla partenza (o, peggio, distacco), come scrive Edwin Cerio nella sua fondamentale e deliziosa “Guida inutile di Capri”.
Chi, invece, è nato e cresciuto “sul continente”, lo capisce appena sbarca a…

View original post 414 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...