La sindrome del cappellaio matto: scrivi con l’ossessione del termometro social?

Calamo Scrittorio

cappellaio

Il cappello di un articolo dovrebbe essere un saluto di benvenuto sensazionale. Una levata di cappello eccezionale. Così strabiliante da impedire da far strabuzzare gli occhi al lettore e impedirgli di levare gli occhi dal testo. Ma anche se non sarà così dovrai fartelo andare bene lo stesso. Perché oggi  ho in serbo per te un altro tipo di cappello: un cilindro magico con dentro nessuna soluzione indossato da un cappellaio tutto matto che non ha niente da insegnarti. Vuoi essere la mia Alice per le prossime righe?

View original post 675 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...