Il dolore ci insegna ad essere noi stessi. Come capirci attraverso il dolore.

Dott. Michele Mezzanotte Psicologo Psicoterapeuta Chieti

stock-photo-madness-mental-health-icon-design-insanity-message-concept-113562142

“Se Dio è morto, è stato perché era troppo in buona salute; perché aveva perduto il contatto con l’intrinseca infirmitas dell’archetipo.” (James Hillman)

James Hillman ci suggerisce che Dio aveva bisogno di ammalarsi, ed è proprio per questo che è morto. Così come anche noi abbiamo bisogno di essere malati, patologici e sofferenti per poter vivere.

Quando siamo sani siamo morti. La normalità non è vita ma è stasi, quindi morte. La crescita è sofferenza e vita.

Quando parlo di patologia, parlo soprattutto di tutti quegli stati psichici morbosi, disordinati, anormali e sofferenti, di cui tutti siamo affetti, nessuno escluso. Se crediamo di essere lontani da questi stati siamo psicologicamente morti.
Non esiste una norma della Psiche, e in generale le norme sono autoimposte. D’altronde il termine Norma in latino significa fatto con la squadra, in linea retta.
Esistono vite che procedono in linea retta? Credo…

View original post 288 altre parole